Back to Top

"niente dài, stasera non esco ché aiuto mia nonna a benedire il tempo bruciando rosmarino e cospargendo di sale gli angoli della casa" cit.

p.s. quel cane era un po’ stronzo

le pareti della mia camera in montagna sono ricoperte di legno chiaro, qui e là macchie dovute alle perline. ci sono queste macchie, in particolare due, che fisso sempre e che prontamente collego al profilo di un orso polare bianchissimo e morbidissimo. aggiungo in modo totalmente sconclusionato che ieri sono stata a un mercatino e che ho comprato una cartolina con una marmotta fischiante, indirizzata a una certa elsa di monaco (1972). ho cercato la traduzione dell’ultima frase (scritta in stampatello con tre punti esclamativi) e dice: “vorrei che tornassimo al quattro aprile!!!”. chissà cosa era successo il quattro aprile a elsa.

A me interessano solo le “scemenze”; solo quello che non ha nessun senso pratico. Mi interessa la vita solo nelle sue manifestazioni assurde. Eroismo, pathos, audacia, moralità, pulizia, etica, commozione e fervore sono parole e sentimenti che non posso sopportare. Ma capisco perfettamente e apprezzo: entusiasmo e ammirazione, ispirazione e disperazione, passione e riservatezza, dissolutezza e castità, tristezza e dolore, felicità e riso.

- Disastri, Daniil Charms

sleeping beauty

sleeping beauty

1,2,3

Fin dai tempi antichi gli uomini riflettevano su che cos’è l’intelligenza e che cos’è la stupidità. A questo proposito, io ricordo il caso seguente: quando mia zia mi ha regalato la scrivania, io mi sono detto: “Ecco qua, mi siedo al tavolo, e il primo pensiero che comporrò a questo tavolo sarà particolarmente intelligente”. Ma a comporre un pensiero particolarmente intelligente non ci sono riuscito. Allora mi sono detto: “Va bene. Non sono riuscito a comporre un pensiero particolarmente intelligente, allora comporrò un pensiero particolarmente stupido”. Ma anche a comporre un pensiero particolarmente stupido, non ci sono riuscito. Tutte le cose estreme da fare sono molto difficili. Le parti centrali si lasciano trattare più facilmente. Il centro esatto non richiede nessuno sforzo. Il centro è l’equilibrio. Lì, non c’è nessuna lotta.

- Disastri, Daniil Charms

Anonimo: sei tu nelle ultime foto?

Sì a parte il cavallo

THEME BY PARTI